Protezione Acustica Industriale

Protezione Acustica Industriale »

Nelle aree di produzione all’interno di stabilimenti e capannoni si trovano spesso macchine rumorose e contemporaneamente anche persone (lavoratori). La problematica dell’impatto del rumore sui lavoratori dipende da un lato dalla pressione acustica e dalla frequenza delle sorgenti di rumore, e dall’altro dall’assorbimento acustico e tempo di riverberazione degli ambienti di lavoro.

Mediante l’installazione di assorbitori acustici a banda larga sulle pareti e sul soffitto viene ridotto il tempo di riverberazione, con l’effetto di ridurre fortemente la riflessione del suono dal soffitto e dalle pareti, e quindi di riportare l’inquinamento acustico sul posto di lavoro entro i limiti stabiliti dalle norme.

Esecuzione del progetto con garanzia acustica:

Con la misura del tempo di riverberazione e dei livelli di pressione sonora, oltre che con i calcoli acustici e con opportune simulazioni eseguite con i ns software, siamo in grado di dimensionare la soluzione ottimale di abbattimento acustico, e di prevederne l’effetto finale. Questo ci permette di garantire il raggiungimento di valori di riferimento di protezione dal rumore secondo la ÖNORM B8115-3, la VOLV, oppure il TRLV-3 tedesco già prima della implementazione della soluzione. La ns gestione professionale e il montaggio dei materiali eseguiti da tecnici esperti garantiscono una esecuzione dei lavori senza problemi.

Assorbitori acustici certificati per capannoni industriali e impianti di produzione:

I nostri pannelli acustici hanno caratteristiche superiori di assorbimento acustico, di resistenza al fuoco, di robustezza e di sostenibilità.

Una possibilità alternativa alle tecniche di cui sopra è l’isolamento delle sorgenti sonore mediante incapsulamento o misure molto localizzate come sistemi fonoassorbenti installati solo su zone sorgenti di rumore all’interno di aree di produzione più ampie. La foto qui sopra mostra un esempio di questa soluzione (soffitto sospeso con illuminazione integrata). Nell’immagine qui sotto, invece, si mostra un esempio di incapsulamento della parte motore (sorgente sonora) della macchina di produzione. Il progetto specifico è stato realizzato presso la IFG Asota, Linz, Austria: combinando una soluzione localizzata (soffitto acustico sospeso) con l’incapsulamento di alcune sorgenti sonore rilevanti, è stato possibile ridurre di ben 8dB (60%) la pressione sonora iniziale.

Si veda la pagina Referenze per alcuni progetti rilevanti eseguiti in ambito industriale.